fbpx
pavimento pelvico

Cenni di anatomia del Pavimento Pelvico

Il pavimento pelvico è un intreccio muscolo-legamentoso, sotteso tra le ossa del bacino: l’articolazione coxo-femorale, l’osso sacro, il coccige, l’ischio e il pube. Questo intreccio converge al centro tendineo perineale che diventa la chiave di volta di una cupola rovesciata. Questa cupola è in “trazione” bilanciata tra la muscolatura lombare e la muscolatura addominale, e si muove in sinergia con altre due ‘cupole’: il diaframma toracico e il diaframma cranico.

Il pavimento pelvico è sottoposto al peso dei visceri e della pressione endoaddominale. Oltre alla funzione di sostegno di vescica, retto e utero, deve garantire la mobilità degli organi che lo attraversano. In sostanza questo pavimento è come un diaframma, chiamato a svolgere due importanti funzioni in netto contrasto tra loro:

  • assicurare la statica degli organi pelvici
  • consentire eventi fisiologici, come il parto

Queste contrastanti necessità vengono conciliate e soddisfatte da un complesso sistema muscolo-legamentoso, capace di essere robusto quanto di dilatarsi ed espandersi. Per questo si rendono indispensabili l’integrità anatomica delle strutture che lo compongono, il tono muscolare e il trofismo delle strutture connettivali che partecipano alla sua formazione.

Ecco perché non solo le lacerazioni da parto, ma anche il decadimento delle strutture muscolo-legamentose dovuto a scarso esercizio fisico, limitata respirazione diaframmatica, carenze ormonali ecc., possono stare alla base di alterazioni del contenimento dei visceri.

pavimento pelvico

Segni di disfunzione del pavimento pelvico

Spesso i segnali di una disfunzione pelvica sono così lievi che non vengono presi in considerazione, portando così la disfunzione a livelli cronici che necessitano interventi esterni. Risulta evidente l’importanza di una corretta prevenzione, per consentire un intervento anticipato, attraverso ginnastica pelvica, ed evitare patologie più importanti.

I sintomi ai quali bisogna fare attenzione sono:

  • Difficoltà ad interrompere il flusso urinario
  • Perdita di urina sotto sforzo sportivo o sforzi minimi (colpo di tosse, starnuto)
  • Dolore vaginale durante i rapporti
  • Sensazione di peso nella zona perineale
  • Stitichezza nonostante un adeguato apporto di liquidi e corretta alimentazione
  • Prolasso dell’utero
  • Ernie inguinali
  • Emorroidi

Se si riscontrano uno o più di questi sintomi è il caso di consultare uno specialista ed eseguire una visita medica per valutare la funzionalità del pavimento pelvico.

Articolo scritto dalla Dott.ssa Silvia Grasso – Chinesiologo Posturologo – grassosilvia07@gmail.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Add to cart